CRAMPI E METABOLIZZAZIONE ACIDO LATTICO


  • Trova gli itinerari vicino a te con un click e navigali dal tuo Garmin o direttamente dal telefono con le mappe OpenStreetMaps!
    Scarica l'ultima versione dell'app Android (link) o iOS (link).

    Domande? Falle QUI.

CESA.GR4

Biker novus
4/26/22
8
0
0
45
MILANO
Visit site
Bike
SCOTT SPARK 2019
Buongiorno a tutti, ho un problema da anni chiamato crampi e fin qui tutto ok, ma volevo sapere se c'era qualcuno con il mio stesso problema.
Mi spiego meglio...da quando faccio sport ho sempre avuto questo problema basket, calcio e adesso bici...per lo più durante le competizioni. Ho provato di tutto, poi 2 anni fa feci fare analisi sul mio DNA e scoprii una cosa interessante: io faccio fatica a metabolizzare l'acido lattico quindi quando "esplode" vado in crisi e devo gestire ma spesso la situazione è ingestibile e tocca ritirarsi.. Premetto che pratico ciclismo da 8 anni con 9 ore di allenamento a settimana tra strada e mtb..(ho già provato alimentazioni mirate ecc ecc ma niente) faccio xc e fatico ad arrivare ad 1,30 di gara...chiedo se qualcuno ha il mio stesso problema perchè per ora non ho trovato nessuno..grazie
 

30x26

Biker marathonensis
1/23/03
4,355
1,414
0
Torino
Visit site
non conoscevo questa patologia.
una curiosita': la soglia sostenibile per 40min normalmente e' fissata intorno a 4 milli/moli., tu non riesci a sopportare 4 per 40min , oppure senza accorgertene produci piu' di 4 per 40 min e poi non riesci a smaltirlo?
non e' possibile gestire il problema con l'aiuto di un cardio o power meter che ti permetta di trovare la tua soglia reale, indipendente dalle sensazioni, e quindi di non abbandanare le gare?
il ciclismo xc e' uno sport in cui la scia conta relativamente, a livelli amatoriale non dovrebbe essere impossibile procedere con il proprio passo.
 

CESA.GR4

Biker novus
4/26/22
8
0
0
45
MILANO
Visit site
Bike
SCOTT SPARK 2019
non conoscevo questa patologia.
una curiosita': la soglia sostenibile per 40min normalmente e' fissata intorno a 4 milli/moli., tu non riesci a sopportare 4 per 40min , oppure senza accorgertene produci piu' di 4 per 40 min e poi non riesci a smaltirlo?
non e' possibile gestire il problema con l'aiuto di un cardio o power meter che ti permetta di trovare la tua soglia reale, indipendente dalle sensazioni, e quindi di non abbandanare le gare?
il ciclismo xc e' uno sport in cui la scia conta relativamente, a livelli amatoriale non dovrebbe essere impossibile procedere con il proprio passo.
non ti sò dire...ho la soglia a 169-189 ....per sempio Domenica gara su fango senza recuperi cioè tutti strappi e discese rapide ..dopo 40 minuti stop al quadricipite...175 bpm di media ma mi son dovuto fermare....40 minuti è veramente poco altre volte arrivo a 1,20 ma sempre relativo..il problema cè....di solito se mi danno cenni di crampi gestisco fin che riesco...ma tipo domenica stop forzato...
 

30x26

Biker marathonensis
1/23/03
4,355
1,414
0
Torino
Visit site
ma allora dove sta l'anomalia? dici di essere stato 6 battiti di media oltre soglia per 40 minuti, con in mezzo delle discese . vuol dire che sei stato per molto tempo intorno a 180. 10 battiti oltre soglia!!
un fuorisoglia leggero lo tengono max una ventina di minuti continuativi anche gli atleti che smaltiscono normalmente l'acido lattico.....
 

CESA.GR4

Biker novus
4/26/22
8
0
0
45
MILANO
Visit site
Bike
SCOTT SPARK 2019
ma allora dove sta l'anomalia? dici di essere stato 6 battiti di media oltre soglia per 40 minuti, con in mezzo delle discese . vuol dire che sei stato per molto tempo intorno a 180. 10 battiti oltre soglia!!
un fuorisoglia leggero lo tengono max una ventina di minuti continuativi anche gli atleti che smaltiscono normalmente l'acido lattico.....
appunto...ma sempre cosi io parto e vado a soglia subito...il mio valore parte da 169 a 189 la massima...quindi la soluzione potrebbe essere cercare di aumentare il valore di soglia?
 

freesby

Biker velocissimus
9/14/12
2,434
1,064
0
Pinerolo
Visit site
Bike
Giant trance 1 29
appunto...ma sempre cosi io parto e vado a soglia subito...il mio valore parte da 169 a 189 la massima...quindi la soluzione potrebbe essere cercare di aumentare il valore di soglia?
Io ho sempre sofferto di crampi alle cosce, sia in bici che nei trail di corsa a piedi.. se tiro tanto la gara mi arrivano in circa 1h30, sudo molto e spesso ho lo zainetto tutto bianco indice di una grossa perdita di sali.. figurati che in 1h di corsa fatta a ritmo medio perdo più di 1lt di peso (fatto la prova 1 mese fa con circa 10/12 gradi di temperatura).. l'unica soluzione che ho trovato è fare un abbondante carico di sali minerali nella settimana prima di una gara e bere molto durante la competizione.. il problema è che perdendo più di 1lt all'ora a ritmo medio dovrei reintegrare almeno la stessa quantità, ma in un trail di corsa da 3h non è che posso portarmi dietro 3lt di acqua.. quindi cerco di conviverci e partire ben idratato.. altra cosa che mi aiuta è prendere aminoacidi prima della gara..
La cosa brutta è che mi capita anche in allenamento a ritmo "blando" se allungo le distanze e la cosa è alquanto demoralizzante xke esco in bici con persone che si allenano un quarto di quello che faccio io ma il giro lungo lo concludono lo stesso.. io se non sono ben allenato no..
Negli anni ho fatto analisi del sangue, test del lattato, osteopati e vari preparatori ma mai risolto definitivamente.. alla fine mi sono un po stufato e se non è una gara a cui tengo particolarmente faccio solo più gare corte.. anche se mi dispiace ma non è ho posso rimanere bloccato x i crampi alle cosce.. in una gara ho anche temuto che mi venissero a prendere con il soccorso xke non riuscivo più a fare mezzo passo.. quindi ti capisco benissimo
 
  • Like
Reactions: marcstr

30x26

Biker marathonensis
1/23/03
4,355
1,414
0
Torino
Visit site
appunto...ma sempre cosi io parto e vado a soglia subito...il mio valore parte da 169 a 189 la massima...quindi la soluzione potrebbe essere cercare di aumentare il valore di soglia?
idratazione , sali, alimentazione .... tutto aiuta ma non serve a nulla senza il rispetto delle intensita' sostenibili dal corpo umano.
posso capire scoppiare a basket o calcio , sport in cui sono gli avversari a decidere il ritmo delle tue prestazioni. nel ciclismo xc la scia conta poco, a meno di gareggiare per vincere e' sempre possibile impostare un proprio passo , evitando di scoppiare per intensita' insostenibili da chiunque.
avendo il cardio ti consiglio di approfondire gli aspetti fisiologici e su quali sono i tempi possibili e sensati di permanenza in ciascuna zona. scoppiato dopo 40 minuti a 6 battiti di media oltre soglia e' normale, per me sei sano come un pesce, devi solo imparare a conoscere e gestire lo sforzo. prova a fare una gara imponendoti di non passare 169 se non negli ultimi 5 minuti, scommetto che la finisci e predi pure molti meno rischi in discesa. o si e' campioni della propria categoria o bisogna avere l'umilta' di gareggiare contro se stessi, senza sottoporsi a stress che oltre a lasciarti deluso fanno pure male all'organismo (e non ti allenano neppure tanto quanto pensi).
piu' che integratori o allenamenti particolari imho ti serve la lettura di libri/siti sull'uso del cardiofrequenzimetro
 
Last edited:

freesby

Biker velocissimus
9/14/12
2,434
1,064
0
Pinerolo
Visit site
Bike
Giant trance 1 29
idratazione , sali, alimentazione .... tutto aiuta ma non serve a nulla senza il rispetto delle intensita' sostenibili dal corpo umano.
posso capire scoppiare a basket o calcio , sport in cui sono gli avversari a decidere il ritmo delle tue prestazioni. nel ciclismo xc la scia conta poco, a meno di gareggiare per vincere e' sempre possibile impostare un proprio passo , evitando di scoppiare per intensita' insostenibili da chiunque.
avendo il cardio ti consiglio di approfondire gli aspetti fisiologici e su quali sono i tempi possibili e sensati di permanenza in ciascuna zona. scoppiato dopo 40 minuti a 6 battiti di media oltre soglia e' normale, per me sei sano come un pesce, devi solo imparare a conoscere e gestire lo sforzo. prova a fare una gara imponendoti di non passare 169 se non negli ultimi 5 minuti, scommetto che la finisci e predi pure molti meno rischi in discesa. o si e' campioni della propria categoria o bisogna avere l'umilta' di gareggiare contro se stessi, senza sottoporsi a stress che oltre a lasciarti deluso fanno pure male all'organismo (e non ti allenano neppure tanto quanto pensi).
piu' che integratori o allenamenti particolari imho ti serve la lettura di libri/siti sull'uso del cardiofrequenzimetro
Ni.. nel senso che io anche ho provato la strada che dici tu.. ho la fc max a 182 e avevo provato a fare una gara di trail running controllando il cardio e cercando x quanto possibile di non andare sopra i 150 battiti.. quindi spingendo decisamente poco in salita.. finita la gara con fc media di 158 ma i crampi sono arrivati lo stesso dopo poco più di 2 h.. idratato con quasi 2lt di acqua e gel ogni 45 minuti..
Purtroppo chi è predisposto ha vita dura..
Figurati che mi è capitato di avere i crampi anche facendo delle camminate in montagna sui 1600d+, se è un periodo in cui sono relativamente poco allenato sono sempre a rischio.. ormai sono entrato nell'ottica che sia un problema molto soggettivo
 
Soffro di crampi anche io, ma forse, sono un po' più fortunato. Misuratore di potenza in entrambe le bici e la gestione dell'insorgenza è più remota. L'ultima giornata con ben 3 ore di crampi è stata la GF STRADE BIANCHE. Alle 10:00 sono comparsi dopo sole 2h di gara.
L'adrenalina della competizione non fa sentire la fatica e i battiti erano regolari ma il Power Meter segnava 280 - 330 watt negli strappi e per me sono decisamente troppi. Entro i 250 di solito non arrivano...

L'idratazione nel mio caso conta poco o nulla.
Mi sono un po' allontanato dalle GF su strada per colpa dei crampi e partecipo alle gare XC che fino a 2 ore mi iniziano ad insorgere solo nel finale.

Se può esserti utile per me funzionano:
- astinenza dalla caffeina nelle 24 ore prima della gara
- colazione pre gara senza fibre, grassi e proteine. Solo carboidrati, e arrivare in gara a stomaco vuoto.
- applicazione nastro kinesiologico nei muscoli di cosce e polpacci
 

CESA.GR4

Biker novus
4/26/22
8
0
0
45
MILANO
Visit site
Bike
SCOTT SPARK 2019
idratazione , sali, alimentazione .... tutto aiuta ma non serve a nulla senza il rispetto delle intensita' sostenibili dal corpo umano.
posso capire scoppiare a basket o calcio , sport in cui sono gli avversari a decidere il ritmo delle tue prestazioni. nel ciclismo xc la scia conta poco, a meno di gareggiare per vincere e' sempre possibile impostare un proprio passo , evitando di scoppiare per intensita' insostenibili da chiunque.
avendo il cardio ti consiglio di approfondire gli aspetti fisiologici e su quali sono i tempi possibili e sensati di permanenza in ciascuna zona. scoppiato dopo 40 minuti a 6 battiti di media oltre soglia e' normale, per me sei sano come un pesce, devi solo imparare a conoscere e gestire lo sforzo. prova a fare una gara imponendoti di non passare 169 se non negli ultimi 5 minuti, scommetto che la finisci e predi pure molti meno rischi in discesa. o si e' campioni della propria categoria o bisogna avere l'umilta' di gareggiare contro se stessi, senza sottoporsi a stress che oltre a lasciarti deluso fanno pure male all'organismo (e non ti allenano neppure tanto quanto pensi).
piu' che integratori o allenamenti particolari imho ti serve la lettura di libri/siti sull'uso del cardiofrequenzimetro
l'anno scorso stessa gara...1,24 soglia uguale...frequenza media 174 niente crampi....quello che dici è corretto ma su xc fatico a stare sotto soglia e cmq anche quest'autunno nella fase rem...a volte mi venivano crampi dopo 2 ore senza esser mai arrivato a soglia...ora proverò a fare una marathon per divertimento stando sottosoglia e vedere come va...
 

CESA.GR4

Biker novus
4/26/22
8
0
0
45
MILANO
Visit site
Bike
SCOTT SPARK 2019
Soffro di crampi anche io, ma forse, sono un po' più fortunato. Misuratore di potenza in entrambe le bici e la gestione dell'insorgenza è più remota. L'ultima giornata con ben 3 ore di crampi è stata la GF STRADE BIANCHE. Alle 10:00 sono comparsi dopo sole 2h di gara.
L'adrenalina della competizione non fa sentire la fatica e i battiti erano regolari ma il Power Meter segnava 280 - 330 watt negli strappi e per me sono decisamente troppi. Entro i 250 di solito non arrivano...

L'idratazione nel mio caso conta poco o nulla.
Mi sono un po' allontanato dalle GF su strada per colpa dei crampi e partecipo alle gare XC che fino a 2 ore mi iniziano ad insorgere solo nel finale.

Se può esserti utile per me funzionano:
- astinenza dalla caffeina nelle 24 ore prima della gara
- colazione pre gara senza fibre, grassi e proteine. Solo carboidrati, e arrivare in gara a stomaco vuoto.
- applicazione nastro kinesiologico nei muscoli di cosce e polpacci
aspetta..nastro che? :) ...si io marathon fatte 2 ...2 tragedie ma ti parlo di anni fa..ora sono allenato e proverò a farne una sotto soglia (anche se sul ungo sarà dura)....
 

CESA.GR4

Biker novus
4/26/22
8
0
0
45
MILANO
Visit site
Bike
SCOTT SPARK 2019
Io ho sempre sofferto di crampi alle cosce, sia in bici che nei trail di corsa a piedi.. se tiro tanto la gara mi arrivano in circa 1h30, sudo molto e spesso ho lo zainetto tutto bianco indice di una grossa perdita di sali.. figurati che in 1h di corsa fatta a ritmo medio perdo più di 1lt di peso (fatto la prova 1 mese fa con circa 10/12 gradi di temperatura).. l'unica soluzione che ho trovato è fare un abbondante carico di sali minerali nella settimana prima di una gara e bere molto durante la competizione.. il problema è che perdendo più di 1lt all'ora a ritmo medio dovrei reintegrare almeno la stessa quantità, ma in un trail di corsa da 3h non è che posso portarmi dietro 3lt di acqua.. quindi cerco di conviverci e partire ben idratato.. altra cosa che mi aiuta è prendere aminoacidi prima della gara..
La cosa brutta è che mi capita anche in allenamento a ritmo "blando" se allungo le distanze e la cosa è alquanto demoralizzante xke esco in bici con persone che si allenano un quarto di quello che faccio io ma il giro lungo lo concludono lo stesso.. io se non sono ben allenato no..
Negli anni ho fatto analisi del sangue, test del lattato, osteopati e vari preparatori ma mai risolto definitivamente.. alla fine mi sono un po stufato e se non è una gara a cui tengo particolarmente faccio solo più gare corte.. anche se mi dispiace ma non è ho posso rimanere bloccato x i crampi alle cosce.. in una gara ho anche temuto che mi venissero a prendere con il soccorso xke non riuscivo più a fare mezzo passo.. quindi ti capisco benissimo
e ti capisco....abbastanza frustante...
 
  • Sad
Reactions: freesby

lupeaq

Biker velocissimus
6/19/15
2,517
1,021
0
L'Aquila
Visit site
Bike
Rdr Ares
Soffro di crampi anche io, ma forse, sono un po' più fortunato. Misuratore di potenza in entrambe le bici e la gestione dell'insorgenza è più remota. L'ultima giornata con ben 3 ore di crampi è stata la GF STRADE BIANCHE. Alle 10:00 sono comparsi dopo sole 2h di gara.
L'adrenalina della competizione non fa sentire la fatica e i battiti erano regolari ma il Power Meter segnava 280 - 330 watt negli strappi e per me sono decisamente troppi. Entro i 250 di solito non arrivano...

L'idratazione nel mio caso conta poco o nulla.
Mi sono un po' allontanato dalle GF su strada per colpa dei crampi e partecipo alle gare XC che fino a 2 ore mi iniziano ad insorgere solo nel finale.

Se può esserti utile per me funzionano:
- astinenza dalla caffeina nelle 24 ore prima della gara
- colazione pre gara senza fibre, grassi e proteine. Solo carboidrati, e arrivare in gara a stomaco vuoto.
- applicazione nastro kinesiologico nei muscoli di cosce e polpacci
Alimentazione sbagliata...
 

lupeaq

Biker velocissimus
6/19/15
2,517
1,021
0
L'Aquila
Visit site
Bike
Rdr Ares
Buongiorno a tutti, ho un problema da anni chiamato crampi e fin qui tutto ok, ma volevo sapere se c'era qualcuno con il mio stesso problema.
Mi spiego meglio...da quando faccio sport ho sempre avuto questo problema basket, calcio e adesso bici...per lo più durante le competizioni. Ho provato di tutto, poi 2 anni fa feci fare analisi sul mio DNA e scoprii una cosa interessante: io faccio fatica a metabolizzare l'acido lattico quindi quando "esplode" vado in crisi e devo gestire ma spesso la situazione è ingestibile e tocca ritirarsi.. Premetto che pratico ciclismo da 8 anni con 9 ore di allenamento a settimana tra strada e mtb..(ho già provato alimentazioni mirate ecc ecc ma niente) faccio xc e fatico ad arrivare ad 1,30 di gara...chiedo se qualcuno ha il mio stesso problema perchè per ora non ho trovato nessuno..grazie
Ho sempre sofferto di crampi anche io. Ad oggi, ancora mi vengono in determinati allenamenti o gare davvero lunghe..ma a confronto di prima, di qualche anno fa, ne ho eliminati almeno il 90%. Come? Prendendo integratori di potassio e magnesio da aprile ad ottobre, tutti i giorni, con qualche pausa di pochi giorni, ed allenarmi un po'di più. E cercando di alimentarmi meglio,,soprattutto nelle stagioni calde. Frutta soprattutto e verdure. L'alimentazione deve essere corretta, proteine carboidrati e grassi. Sempre. I giorni che precedono una gara, più carboidrati e grassi. Diminuisci di poco le proteine. E vacci piano con le verdure troppo cariche di fibre. Sali minerali in borraccia e bere ogni 15','mangiare ogni ora. Io ho risolto così. Più allenamento e potassio e magnesio.
 
  • Like
Reactions: freesby

30x26

Biker marathonensis
1/23/03
4,355
1,414
0
Torino
Visit site
l'anno scorso stessa gara...1,24 soglia uguale...frequenza media 174 niente crampi....quello che dici è corretto ma su xc fatico a stare sotto soglia e cmq anche quest'autunno nella fase rem...a volte mi venivano crampi dopo 2 ore senza esser mai arrivato a soglia...ora proverò a fare una marathon per divertimento stando sottosoglia e vedere come va...
ma la marathon in grandissima parte sottosoglia e' la giusta normalita' per tutti gli umani! non e' che uno se lo deve imporre, e' la naturale conseguenza di una tattica intelligente e consapevole.
anche parecchio sottosoglia in caso di maraathon gare con dislivelli importanti.
 

CESA.GR4

Biker novus
4/26/22
8
0
0
45
MILANO
Visit site
Bike
SCOTT SPARK 2019
ma la marathon in grandissima parte sottosoglia e' la giusta normalita' per tutti gli umani! non e' che uno se lo deve imporre, e' la naturale conseguenza di una tattica intelligente e consapevole.
anche parecchio sottosoglia in caso di maraathon gare con dislivelli importanti.
si, ne avevo provata 1 anni fa, ma il risultato dopo 2 ore stop...e sempre sottosoglia....adesso sono più allenato e riproverò
 

lupeaq

Biker velocissimus
6/19/15
2,517
1,021
0
L'Aquila
Visit site
Bike
Rdr Ares
Per le fibre, come già detto, ok. X le proteine ed i grassi, completamente disaccordo. Soprattutto per le gf o marathon, proteine e grassi servono. Anche a colazione. Basta chiedere, ad un biologo nutrizionista o vedere i pro cosa mangiano. Certo, la proteina non può essere una bistecca! Ma deve essere assimilata da una fonte che sia facilmente digeribile. Almeno 2 ore prima della partenza..bresaola, yogurt ecc ecc..se leggi bene, suggerisce alimenti ricchi di proteine, porridge, cereali,ecc ecc..la frutta secca nn la conosce questa tabella.eppure, è ricca di proteine e grassi buoni. Diciamo che va interpretata. Un po'si contraddice.
 

Classifica mensile dislivello positivo